gente di BDX: JE M’APPELLE ELISA

carta d'identità

Elisa, 25 anni
Nazionalità: italiana
Periodo di permanenza a Bdx: indefinito…(spero per la vita!)
Motivo di arrivo e permanenza a Bdx: Sono arrivata a luglio 2011, motivo: l’amore. Il mio fidanzato è venuto qui nel settembre del 2009 per fare un master in ingegneria e ci è rimasto per il lavoro. Io l’ho seguito…la scelta migliore che potessi fare!
Occupazione bordolese: Aiuto in cucina, comincio proprio lunedí a lavorare. Ho cambiato completamente mestiere: in italia ero educatrice negli asili nido e con un semplice diploma potevo lavorare. Qui invece mi serve il bac plus 2, quindi dopo aver fatto l’equivalenza (70€ e 4 mesi di attesa) sono una diplomata francese. Ma questo non basta! Così mi sono lanciata nell’avventura del VAE, una geniale idea dei francesi: un dossier veramente lungo da fare, oltre che difficile, che consiste nel far riconoscere gli anni di lavoro italiani in anni di studio francesi. Io in italia ho lavorato 5 anni nei nidi e grazie al VAE avrò una laurea triennale! Comunque si può trovare tutto sul sito del ministero. Non è nulla di complicato, unica cosa bisogna sapere bene il francese. Io inizialmente mi sono fatta aiutare dal mio fidanzato. Nel frattempo sono riuscita a prendere un CAP Agent de restauration, un diploma che mi permette di lavorare nelle cucine della collettività. Volevo rimane nell’ambito delle comunità. Iscrivendosi al Pole Emploi si ha diritto ad un aiuto lavorativo, ma si ha il dovere di portare avanti un progetto professionale e grazie al loro ok ho potuto cominciare e concludere positivamente il mio.

5consigli

1. VALIGIA, non partire senzaspirito di addattamento e tanta pazienza. Con la cultura francese bisogna averne molta (sopratutto con i francesi), ma dopo ci si abitua.

2. PRIMI PASSI, la prima cosa da fare appena arrivati: (se si sa la lingua) è andare a Pole Emploi, alla Caf, aprirsi un conto in banca e farsi un numero francese.

3. QUARTIERE, il più bello per cercare casa: io sono innamorata di Nansouty, dove abito con il mio fidanzato da due anni, ma ce ne sono molti, dipende sempre da cosa si cerca. Per esempio se si vuole restare in prossimità del centro ci sono il quartiere vicino alla piazza della Victoire, un pò più movimentato e frequentato da molti studenti o il quartiere Chartrons, molto più residenziale, è uno dei quartieri storici di Bordeaux.

4. A PRANZO/CENA, il ristorante da provare assolutamente: mi trovi in difficoltà. Sono molto critica e non ho un ristorante top da consigliare anche perché Bordeaux è veramente piena di piccoli ristorantini da provare per lo più nascosti nelle sue piccole rue.

5. DIVERTIRSI, il posto in cui “la serata” è assicurata: beh chiaro, nelle super feste organizzate dal nulla in case private tra collocataire o tra amici. Certo fare una serata nelle Boite non dispiace ma è cosí bello discutere e conoscere persone. In due anni che sono qui ho conosciuto un casino di persone da tutto il mondo sempre pronte a raccontarti la loro storia, questo per me vale molto più di una serata in discoteca.

LE FOTO DI ELISA E DELLA SUA BORDEAUX

20130805-135302.jpg

20130805-135312.jpg

Annunci