vivere a bordeaux

Abbiamo deciso di introdurre questa sezione dedicata alla vita a Bordeaux con un breve estratto di un libro che abbiamo trovato di recente curiosando tra gli scaffali della Librairie Mollat.
Nell’introduzione l’autrice, Sophie Lemaire, cittadina bordolese e redattrice di Direct Bordeaux7, scrive un decalogo delle DIECI RAGIONI PER VIVERE A BORDEAUX.
Ve lo riportiamo tradotto qui di seguito, in attesa di stilare anche noi una lista che sia la sintesi di tutti i vostri e i nostri punti di vista. Quindi non siate timidi! Scriveteci e commentate! Siamo curiosi di conoscere qual è il vostro di decalogo!

1) L’ARIA
Bordeaux è una città pensata “in orizzontale” e costruita su un territorio per lo più pianeggiante ben dotato di spazi verdi: 17 mq per abitante.
La città è attraversata dalla grande Garonna, costeggiata da un bellissimo lungofiume su cui ogni tanto si ha l’impressione di sentire gli spruzzi dell’acqua!
Tutti questi aspetti aumentano la vivibilità della città.

20121111-155746.jpg

2) LE SPIAGGE E LA SABBIA FINE
Le spiagge di sabbia fine più vicine distano meno di un’ora dal centro della città. Dai luoghi più selvaggi di Verdon a quelli più turistici della baia di Arcachon, la Gironda offre 250 km di costa oceanica dove ossigenarsi d’inverno e stendere il proprio asciugamano dai primi giorni di bella stagione.
Se invece qualcuno fosse interessato alla montagna, i Pirenei sono raggiungibili con circa due ore e mezza di autostrada.

20121111-155945.jpg

3) PATRIMONIO DELL’UNESCO
Dalle facciate del XVIII secolo del lungofiume ai vicoli del quartiere Saint-Michel, Bordeaux comprende 1810 ettari classificati come patrimonio mondiale dell’Unesco.
Pensata e ridisegnata dagli urbanisti nel XVIII secolo la città, con le sue case di pietra chiara e le strade ricoperte di pavé, presenta un layout e un’organizzazione urbana di notevole livello.
“Prenez Versailles, ajoutez-y Anvers, et vous aurez Bordeaux” Victor Hugo.

20121111-160236.jpg

4) L’OFFERTA DI CASE
Se non si ha fretta di trovare una sistemazione, a Bordeaux è possibile trovare la casa che più risponde ai propri gusti ed esigenze: un bell’appartamento dentro i quartieri storici del centro, una piccola casetta in pietra bianca lungo i viali appena fuori o una villa con giardino e piscina nell’area più calma e residenziale di Entre-deus-Mers.

20121111-161624.jpg

5) IL TERRITORIO E I VIGNETI
Appena fuori dalle porte della città, disposti su 117.000 ettari, i vigneti bordolesi raccolgono 60 appellazioni di origine controllata (Pauillac, Graves, Saint-Émilion, Côtes-de-Blaye, Sauternes, …). Gli amanti del buon vino avranno l’impressione di trovarsi nel giardino dell’Eden!

20121111-160113.jpg

6) LA NOTORIETÀ MONDIALE
Da New York alla Cina, passando per l’America del Sud, il prestigio dei vigneti bordolesi dona alla città una reputazione rilevante per tutta la Francia.
Questa, oltre a generare un grande flusso turistico, costituisce ovviamente un importantissimo biglietto da visita per il mondo degli affari.

20121111-162911.jpg

7) LA DIMENSIONE IDEALE
“Nè troppo piccola, nè troppo grande” è la frase che si sente ripetere spesso tra i neo-bordolesi: la città offre tutti i servizi di una grande metropoli, ma il centro si attraversa a piedi in mezz’ora e ci vuole poco tempo per uscire in macchina e ritrovarsi in piena campagna dentro il Médoc, l’Entre- deux-Mers o le foreste di pini delle Lande girondine.

20121111-161832.jpg

8) LA VITALITÀ CULTURALE
Bordeaux alimenta la sua tradizione rock dentro ai piccoli bar del centro dove sono nati moltissimi gruppi. La città è conosciuta per i suoi autori e per le sue gallerie d’arte. I suoi musei, l’opera, i suoi teatri e i suoi club attualmente assicurano una grande varietà d’offerta culturale.

20121111-162104.jpg

9) L’ECONOMIA RIVOLTA AL FUTURO
Bordeaux non possiede una grande tradizione industriale e questo l’ha salvata dalla crisi post- industriale. L’economia locale è diversificata e ruota intorno al settore dei servizi. Per il suo sviluppo ora la città punta sulla ricerca, lo sviluppo sostenibile e il settore dell’industria avanzata.

20121111-162749.jpg

10) LA POPOLAZIONE IN PIENA CRESCITA
L’ambizione della città è quella di raggiungere il milione di abitati entro il 2030. Ovviamente, nell’ottica di non far diminuire la qualità della vita, questo obiettivo è supportato da una serie di programmi, tra cui la costruzione di nuovi appartamenti nel pieno rispetto ambientale.

20121111-162024.jpg

Tratto da: “Les guides s’installer à Bordeaux – l’antiguide touristique” di Sophie Lemaire, ed. Héliopoles. Foto di Rodolphe Escher

20121111-154049.jpg

24 risposte a “vivere a bordeaux

  1. Perché vivere e trasferirsi a Bordeaux?! Perché questa città va oltre l’immagine da cartolina della splendida Place de la Bourse riflessa nel Water Mirror.
    Vivo con entusiasmo i numerosi progetti che da qui al 2030 trasformeranno e valorizzeranno alcuni quartieri della città: il ponte Bacalan Bastide, che aprirà il prossimo anno e riunirà le due rive, la costruzione del Centro culturale e turistico del vino, che nel giro di due o tre anni aprirà nel quartiere Bassin à flot, la nuova linea TGV che collegherà Bdx a Parigi in meno di due ore, la crescente vita culturale e artistica che si riflette nell’organizzazione di numerose manifestazioni e festival, e molti altri.
    Credo che i cambiamenti di una città portino nuove prospettive a molti dei suoi abitanti e magari regalino qualche speranza a parte di questi (di crescita? di nuove possibilità? di successo? di benessere? …). Forse in un momento in cui, almeno in Italia, di nuovi progetti (realizzati e realizzabili), di prospettive e di speranze se ne sente parlare proprio poco, questo aspetto non è proprio da sottovalutare.

  2. Ciao!
    Ho scoperto da poco questo blog e nei prossimi giorni cercherò di leggerlo il più possibile. Attualmente vivo in Cina, da un anno e mezzo, in Italia ho conseguito una semplice laurea triennale in lingue orientali e mi piacerebbe finire con una specialistica in Francia. Il vostro blog mi sta incuriosendo tantissimo e diverse volte, se non mi avete proprio convinto, mi avete fatto sentire una gran positività verso questa città!
    sapete qualche sito/forum di opinioni sull’università bordeaux 3? o sapete qualcosa personalmente dell’università e della qualità dell’insegnamento? la possibilità di trovare poi un lavoro…
    la situazione lavorativa della Francia non è molto distante da quella italiana no? Oppure avete una percezione diversa?
    I miei studi in particolari sono ad indirizzo sociale, riesco a parlare abbastanza bene diverse lingue e mi piacerebbe molto lavorare con gli stranieri, nell’educazione, come mediatrice culturale negli ospedali…insomma i lavori sociali in Italia sono in fondo alla lista… lì vi sembra diverso?
    domande che vi avranno già fatto mille volte ma…se (come in questo caso) aveste davanti una ragazza di 23 anni che deve scegliere se tentare la sua ultima opportunità universitaria e il primo sguardo lavorativo proprio lì a Bordeaux, che direste??
    =)

  3. Ciaooo! che bella dev’essere bordeaux, la sto considerando per trasferirmi e trovare un lavoretto! dite che sia cosa fattibile? poi mi sembra comunque molto più sicura di parigi! giusto? =)

    • ciao Laura, non abbiamo mai vissuto a Parigi, ma sì, penso che in quanto a sicurezza non ci siano paragoni.
      Per quanto riguarda il lavoro penso dipenda molto dal settore. Tu hai già un’idea?

  4. Buongiorno!

    Anzitutto grazie per aver creato questo blog, è molto utile e chiaro per chi inizia a reperire informazioni di fronte a uno schermo, con tutti i limiti che questo comporta.
    Ho 26 anni, sono una laureanda in Lettere Moderne (specialistica), nello specifico in teatro contemporaneo e cinema. La mia idea, dopo la laurea, è quella di partire, di trasferirmi in un’altra città a cercar lavoro, un po’ per fuggire dall’immobilità di una piccola città di provincia (Pavia, da milanesi la conoscerete) e un po’ perché vorrei mettermi alla prova. Ho vissuto sei mesi in Francia (per l’erasmus) e mi piacerebbe tornarci, mi sono completamente innamorata della lingua (il mio livello è circa B2), della cultura e dell’atmosfera che si respira .
    Secondo voi ho delle possibilità di trovare un impiego a Bordeaux, da italiana e in ambito culturale? Il mercato del lavoro in questo settore offre più opportunità di quello italiano? La laurea è stata ritardata da una serie di fattori e temo di essere troppo vecchia per inserirmi per la prima volta nel mondo del lavoro, per di più all’estero. Pensavo tuttavia di iniziare come insegnante di italiano, ma vorrei aprirmi a più possibilità.

    Grazie!

    Elena

    • Ciao Elena,
      grazie per i commenti positivi sul blog! siamo contenti che ti sia stato utile!
      Per quanto riguarda la tua domanda possiamo dirti quello che diciamo anche ad altri, ovvero che Bordeaux è una città in crescita e che quindi ipoteticamente le possibilità di lavoro nel settore della cultura, servizi, turismo, potrebbero essere molte.
      Purtroppo il tutto rimane un’informazione teorica, perché non conosciamo direttamente queste realtà e non possiamo dirti con sicurezza quante siano le opportunità rispetto all’Italia o a altre città francesi.
      Anche la scelta di iniziare come insegnante di italiano può funzionare, ma considera che gli italiani a Bordeaux cominciano a essere tanti, e quindi anche l’offerta di corsi in rapporto alla reale domanda.

      Insomma, la regola “trovarsi nel posto giusto al momento giusto” vale sempre e una buona dose di fortuna aiuta!

      In bocca al lupo!
      Annalisa&Valerio

  5. qualsiasi lavoro onesto si possa trovare nella splendida Bordeaux, dove ormai sono di casa, per favore chiunque ne abbia notizia me lo segnali. Ho numerose competenze: Chef de cousine, gestore del rischio, scrittore, traduttore, giornalista, fotografo free lance, operaio del settore lavori pubblici, giardiniere, consulente assicurativo aziendale e retail, insegnante ( ho insegnato, diritto, geografia ed economia, conosco l’inglese, il francese ed il russo) ecc ecc…..qualsiasi contratto e qualsiasi retribuzione dignitosa va bene. Garantisco onestà assoluta, serietà, trasparenza e molta energia nonostante io lavoro in italia da 25 anni (ma sono stanco di quel paese!)…..

    • Ciao Lorenzo, scusa se non riusciamo a dare molto spazio al tuo annuncio sul blog, ma ti segnalo che presto sul sito ital-ici.net sarà attiva una bacheca per lasciare i propri annunci. In bocca al lupo per le tue ricerche.

  6. Ciao!
    Innanzitutto complimenti per il blog, l’ho trovato molto interessante. Anche io avrei una domanda..Studio all’università di Bologna e per il secondo anno di magistrale devo cercare un tirocinio come insegnante madrelingua di italiano e mi piacerebbe molto cercare qualcosa a Bordeaux. Conoscete qualche scuola di lingue che potrei contattare in questa città? Grazie in anticipo!
    Bianca

  7. Ciao a tutti! Il blog è molto bello e fatto bene, complimenti. Adoro la Francia e con mio marito stiamo pensando di trasferirci. Bdx mi sembra un bellissimo compromesso! Siamo architetti entrambi, io mi occupo di interior e giardini e Francesco di strutture e impianti. Che pensi…si riesce a trovare uno studio per collaborare insieme? Grazie, Claudia

    • Ciao Claudia! Grazie per i complimenti, fa sempre molto piacere 🙂 Beh, se passare da Bordeaux fate un fischio che ci beviamo un caffè insieme. W gli architetti e i designer italiani in giro per il mondo 🙂

  8. Ciao a tutti e grazie per questa opportunita’ di condividere informazioni su Bordeaux.

    Io e mia moglie stiamo pensano a trasferirci li’, quindi sarei interessato ad avere maggiori informazioni sui quartieri consigliati. Stiamo cercando una casa (possibilimente antica) con un po’ di giardino e garage o cortile.

    In quale zona della citta’ consigliate di cercare?

    Grazie per l’ospitalita’ e i consigli.

    Paolo

    • Ciao Paolo,
      per case con giardino meglio spostarsi nei quartieri residenziali un po’ più fuori dal centro.
      (ce ne sono anche in centro, ma tutto dipende dal vostro budget)
      Per non allontanarsi troppo dal centro prova a guardare Quartier Nansouty, Cauderan (anche se è un quartiere immenso…e non sempre ben fornito dai mezzi pubblici), Saint-Jenes e Talence.
      Poi tutto dipende dalle vostre esigenze.
      Ciao e in bocca al lupo,
      Annalisa

  9. Salve,ho letto il vostro articolo su Bordeaux e mi sono sentita molto rincuorata:)
    Forse x motivi di lavoro di mio marito dovremo trasferirci a vivere a Bordeaux con nostra figlia di 3 anni…vorrei sapere se Bordeaux è una citta’ a misura di bambino?

    • ciao! la qualità della vita a Bordeaux è molto alta. La città ha dei dintorni splendidi e le attività organizzate per i bambini sono molte. Penso non ci siano dubbi..è decisamente a misura di bimbo!

  10. Ciao, complimenti per il blog, fatto molto bene con notizie utili. TI chiedo una cosa molto pratica. SI palesa un soggiorno studio nei palazzoni del quartiere CHARTRONS. E’ tranquillo o si deve considerare come una periferia emarginata delle nostre grandi città italiane? grazie in anticipo

    • Ciao, in generale chartrons ha una bella fama. è una zona molto ricercata perchè caratteristica e lungo il fiume.
      Di palazzoni però non ne ho in mente. probabilmente sono dalla parte opposta al fiume. direi che in generale dovresti essere tranquillo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...